News dal mondo della cucina

I cibi amici e nemici della digestione, combinazioni alimentari: quali preferire e quali evitare

Corrette combinazioni alimentari: così benessere e leggerezza sono assicurati! La digestione dipende da una molteplicità di fattori tra cui il modo in cui si mangia e gli abbinamenti tra i diversi nutrienti: anche se la qualità dei cibi è ottima, non si può scampare a senso di pesantezza e gonfiore se si mangia troppo velocemente o se si scelgono combinazioni sbagliate tra gli alimenti!

In realtà, per digerire bene non esistono delle regole assolute di associazione tra i cibi, ma è sicuramente possibile individuare “i cibi si e i cibi no”, amici e nemici della digestione: alcuni mix, infatti, possono essere più o meno facili da digerire o più difficoltosi da smaltire.

A inizio pasto, è perfetto un pinzimonio di verdure crude a cui far seguire carne o pesce. Tra le verdure, però, è meglio evitare i pomodori, perché possono abbassare l’acidità gastrica necessaria per la digestione delle proteine.

Durante il pasto, semaforo verde per i piatti unici che abbinano carboidrati complessi, come la pasta, alle verdure o al solo pomodoro. Semaforo rosso, invece, per i formaggi da consumare in piccole quantità: per la loro carica di grassi e presenza di latte, infatti, possono rallentare la digestione o creare intolleranze. Evitare anche l’abbinamento di burro e uova per l’alto contenuto di grassi assorbiti dall’uovo in fase di cottura.

A fine pasto via libera al gelato, più digeribile a stomaco pieno: da preferire quello alla frutta perché più assimilabile. La frutta, invece, è meglio consumarla fuori dai pasti perché aumenta la fermentazione intestinale soprattutto dopo che l’organismo ha assunto gli altri nutrienti. Per quanto riguarda i dolci, meglio concedersi un peccato di gola ogni tanto, senza esagerare, e soprattutto non dopo la pasta per evitare un eccessivo apporto di zuccheri.


Combinare in modo corretto gli alimenti è il primo passo per mantenere un equilibrio alimentare sano e digerire correttamente. L’organismo ha bisogno di assimilare tutti i nutrienti, ma per migliorare la qualità della digestione a vantaggio di una completa sensazione di benessere dell’organismo, è utile imparare ad abbinarli correttamente. La tabella che segue consente di identificare con immediatezza e semplicità le combinazioni alimentari complici nella realizzazione di piatti a prova di corretta digestione: sani, leggeri e equilibrati, senza rinunciare al gusto!

Questi sono i consigli di benessere firmati Effervescente Brioschi, per una facile digestione senza rinunciare al gusto! Effervescente Brioschi è da sempre sulle tavole degli italiani per garantire una corretta e semplice digestione: l’alleato quotidiano del nostro benessere, sempre al nostro fianco con consigli utili per un corretto stile alimentare. Così accanto a un equilibrato approccio al cibo e a uno stile di vita più sano e sereno, due cucchiaini di Effervescente Brioschi sciolti in un bicchiere d’acqua o una pratica Compressa Brioschi sono la soluzione più semplice, efficace e vincente per combattere i piccoli problemi di digestione. Effervescente Brioschi: tutto il piacere di mangiar sano e sentirsi bene, senza troppe rinunce!

L’ESPERTO RISPONDE
Le più comuni domande sugli alimenti da scegliere per nutrirsi bene!

Come scegliere la carne?
Privilegiare quelle magre: pollo, tacchino, vitellone, coniglio. Da alternare a manzo e maiale magro. Evitare le frattaglie: fegato, cuore, cervello.

Quale insaccato è preferibile?
Il prosciutto crudo, quello cotto o lo speck, sempre togliendo il grasso esterno. Sì anche alla bresaola di manzo o cavallo. Da evitare o limitare: salame, coppa, mortadella.

Il pesce va bene tutto?
Meglio il cosiddetto pesce azzurro e i pesci freschi di stagione in base al periodo di pesca. Con moderazione consumare: molluschi e crostacei (cozze, vongole, gamberi…).

Come vanno consumate le uova?
Alla coque o sode. Da limitare in frittata e all’occhio di bue con burro: in questo caso, cuocerle in pentole antiaderenti con poco olio.

Come scegliere il latte e i suoi derivati?
Da privilegiare latte parzialmente scremato e yogurt magro. Tra i formaggi scegliere quelli freschi e magri (ricotta di pecora, primo sale, quartirolo magro).

I cereali sono tutti simili e consigliabili?
Sono sempre da preferire quelli integrali, più ricchi di fibre.

I legumi vanno sempre bene con tutto?
Vanno bene un po’ tutti se consumati da soli; se consumati con altri alimenti, scegliere verdure e ortaggi non amidacei.

Quali grassi usare per cucinare?
Preferire sempre l’olio di oliva extravergine, ottimo anche per friggere. Da moderare o limitare il più possibile: burro, lardo e strutto.

Frutta e verdura: esiste un criterio per la scelta?
Il criterio migliore è variarli: in questo modo è garantito il maggior apporto di vitamine, minerali e sostanze antiossidanti.

I contenuti di questo comunicato stampa fanno riferimento alla guida EFFERVESCENTI E LEGGERI, realizzata da Effervescente Brioschi in collaborazione con Evelina Flachi, nutrizionista specializzata in Scienze dell’alimentazione e Lydia Soletti, medico con specializzazione in Gastroenterologia. La guida contiene i consigli per una facile digestione senza rinunciare al gusto… per una vita all’insegna del benessere. È possibile scaricarla direttamente dal sito www.effervescentebrioschi.it
Ufficio Stampa Ketchum per Effervescente Brioschi





2011-04-27 09:36:48 - News

Fonte: Medicinaoltre.com, Salute e benessere - Guida pratica per la famiglia
Seguici su:seguici su facebookseguici su goole plusseguici su pinterest

TROVA LA RICETTA



Ultime ricette inserite Ultime ricette inserite


Oroscopo in cucina segno per segno


Gli Speciali ricette...



Fai conoscere le tue ricetteFAI CONOSCERE LE TUE RICETTE
Suggerisci una ricetta...



Italian recipes in english!